Come richiedere l’allaccio luce eni:

martedì 25 maggio 2021   Nessun commento
Inserito in: News Immobiliari
Come richiedere l’allaccio luce eni:

Come richiedere l’allaccio luce eni: procedure, costi e tempistiche quando compri casa nuova

L’allaccio Eni è un'operazione che connette la tua casa alla rete elettrica tramite la collocazione dei cavi e del contatore. Infatti, se stai affrontando un trasloco o un trasferimento in una nuova città, è fondamentale verificare o aprire le nuove utenze per la tua casa perché, di solito, forniture energetiche come la luce nelle nuove abitazioni vengono disattivate.

In questo articolo scoprirai come attivare la luce e quali sono i costi e le tempistiche.

La differenza tra allacciamento e attivazione luce

Prima di tutto, è fondamentale fare distinzione tra allacciamento e attivazione:

  • L’allaccio Eni è un intervento che serve a installare l’impianto
  • Al contrario si parla di attivazione, quando vogliamo far sì che la fornitura di energia elettrica arrivi ad un impianto già allacciato ma mai entrato in funzione

In ogni caso, tutte le imprese che distribuiscono l’energia sono obbligate ad allacciare alle proprie reti tutte le persone che ne fanno richiesta, senza interrompere il servizio e rispettando le regole tecniche di allacciamento.

Attivazione luce: la procedura

Ecco a chi puoi fare richiesta di attivazione:

  • impresa distributrice locale, in caso di allacciamento alla rete elettrica senza attivazione della fornitura
  • impresa di vendita, se vuoi attivare la fornitura elettrica e quindi stipulare un contratto di energia, puoi richiedere sia allacciamento che attivazione.

Quando effettui una richiesta di attivazione luce devi comunicare i seguenti dati:

  • il fabbisogno di potenza
  • la tensione di alimentazione (di solito, per le abitazioni, bassa tensione 230 Volt);
  • l'indirizzo della fornitura

Indipendentemente dal tipo di esigenza, le domande di attivazione e allacciamento devono essere presentate utilizzando i canali messi a disposizione dall’operatore. Puoi attivare la luce:

  • di persona negli sportelli fisici presenti nel territorio
  • attraverso il servizio clienti telefonicamente
  • per sito web, posta, fax o e-mail

Quanto costa un allaccio?

Se hai bisogno di fare un allaccio luce per la tua nuova dimora, ti può essere utile sapere quanto costa. Per un nuovo allacciamento senza limiti di durata, devi pagare all'impresa distributrice una somma forfetaria, composta da:

  • quota distanza: la distanza è calcolata in linea retta tra la fornitura da allacciare e la più vicina cabina di trasformazione. Per le abitazioni di residenza anagrafica con potenza disponibile fino a 3,3 kW, si applica, per qualunque distanza, una quota fissa
  • quota potenza: si calcola in base alla potenza disponibile.
    contributo fisso: copre i costi amministrativi mantenuti dal distributore per realizzare l'allacciamento.

In ogni caso, il costo di un allaccio deve essere comunicato nel preventivo prima di essere approvato.

Tempistiche e indennizzi automatici

L’allacciamento necessita di oltre 15 giorni lavorativi per essere portato a termine da parte del distributore. In caso di ritardo si può richiedere un indennizzo. Tuttavia, questo viene corrisposto solo per cause direttamente attribuibili alla società di distribuzione.

Ecco quali sono le tempistiche e gli indennizzi in caso di ritardo:

  • 35 € per lavori eseguiti entro il doppio del tempo previsto
  • 70 € entro il triplo del tempo previsto
  • 105 € se viene superato il triplo del tempo previsto.

Se hai dubbi in materia di energia e sei interessato a dissiparli, ti consigliamo di consultare il sito dell’ARERA a questo indirizzo.




Lascia un Commento


Immagine Antispam aggiorna

Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Se usi www.planetcasa.net, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Benvenuto! Clicca su uno dei nostri assistenti per inviare un messaggio, vi risponderanno il prima possibile.

Chat via WhatsApp